A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Z

GCR

Sostituzione del componente grigio. Si tratta di una variante della composizione del colore nella stampa.

GCR e UCR (Under Colour Removal) sono processi opposti. In senso figurato, ciò significa che mentre l'UCR crea un'immagine a colori e poi aggiunge il nero ai valori scuri e profondi, la GCR crea prima un'immagine in bianco e nero e poi la colora, proprio come venivano create le incisioni colorate in passato.

La sostituzione dei componenti grigi (GCR) riduce la quantità di inchiostro a colori e la sostituisce con inchiostro nero. Questo può portare a un risparmio sui costi, a una migliore qualità di stampa e a una maggiore stabilità. Ecco gli aspetti principali del GCR:

1. Principio di base

Il GCR si basa sul fatto che i toni di grigio (una miscela di ciano, magenta e giallo) possono essere sostituiti dall'inchiostro nero senza modificare il colore visivo dell'immagine o dell'elemento.

2. Separazione dei colori

Nel Separazione dei colori Le immagini e gli elementi sono suddivisi nei loro colori di base (ciano, magenta, giallo e nero). CMYK) viene scomposta. Con la GCR, parte della componente grigia viene rimossa dai colori ciano, magenta e giallo e sostituita con il nero.

3. Vantaggi del GCR

  • Efficienza dei costi: L'inchiostro nero è generalmente più economico di quello a colori e l'utilizzo di una maggiore quantità di nero può ridurre i costi complessivi.
  • Stabilità: L'inchiostro nero è meno soggetto a variazioni di colore rispetto agli inchiostri a colori, con conseguente qualità di stampa più uniforme.
  • Asciugatura più rapida: Il nero di solito si asciuga più rapidamente degli inchiostri a colori, il che può accelerare il processo di stampa.

4. Aree di applicazione

Il GCR è spesso utilizzato nelle tipografie commerciali, soprattutto per le lunghe tirature, dove l'efficienza dei costi e la coerenza sono fondamentali.

5. Differenza rispetto all'UCR

La GCR si differenzia dalla Rimozione del Sottocolore (UCR), una tecnica simile. Mentre la UCR agisce solo sulle zone d'ombra e sostituisce gli inchiostri colorati con il nero, la GCR agisce anche sui toni medi e può essere utilizzata in modo più esteso.

6. Realizzazione tecnica

Il moderno software di stampa e RIP(processori di immagini raster) spesso offrono opzioni per l'applicazione del GCR, dove l'intensità della sostituzione del nero può essere regolata per soddisfare i requisiti specifici del lavoro di stampa. In un software come ColorLogic ZePrA, per esempio, è anche possibile impostare che l'intensità della sostituzione del nero possa essere regolata per la realizzazione di una Colore speciale in CMYK non si deve utilizzare solo il GCR, ma anche il minor numero possibile di colori primari.

Il GCR è quindi un metodo efficiente nella stampa per migliorare la stabilità del colore e ridurre i costi, eliminando i toni grigi dagli inchiostri a colori e sostituendoli con il nero.

Ulteriori informazioni sono disponibili su Wikipedia.

 

Altri articoli sul tema:

1 commento su “GCR”

Lascia un commento

Consenso ai cookie GDPR con banner di cookie reali